L'iconografo

L'iconografo
 
Per l'iconografo non si pone l'interrogativo se può essere o meno un artista
perchè essenzialmente egli è allo stesso tempo un teologo contemplativo e un pittore.
Consapevole di compiere un servizio ecclesiale si consegna ad una doppia obbedienza:
Alla Parola
e
Alla Chiesa.
nel suo percorso e cammino avrà perciò cura di crescere in entrambe i percorsi
sia in quello spirituale
che in quello tecnico.
L'iconografo non firma le Icone, segno evidente che l'iconografo non cerca la propria gloria
e la propria fama.
--------
 
"Il pittore di icone deve essere umile, dolce, pio,
non chiacchierone, non ridanciano, non litigioso, non invidioso, non bevitore, non ladro;
deve osservare la purezza spirituale e corporale".
Andrej Rubliev
 

Nessun commento:

Posta un commento